martedì 9 novembre 2010

No Future -

Il termine Società viene rappresentato su Wikipedia come "insieme di individui (società umana) o di animali (società animale) che condividono fini e comportamenti e si relazionano congiuntamente per costituire un gruppo o una comunità"
Credo che di questi tempi "società" sia una parola senza significato, o almeno messa sempre più in ambiti disdicevoli.
Questo mio post è solo uno sfogo su una società triste e malata.
Quì non si parla solo delle istituzioni ma della vera e propria popolazione.
Siamo un branco di automi lobotomizzati dalla tv e dallo stato che non sappiano neanche da che parte girarci.
Al telegiornale si sentono cose oscene e quello che ho notato è che dopo un caso, che varia dall'omicidio al suicidio, alla malasanità ecc..., facendo passare si e no una settimana ci si ritrova ad ascoltare la stessa identica notizia, dove le uniche cose che cambiano sono i soggetti, sembra che la gente piuttosto che rimanere scandalizzata da quello che succede ne prenda spunto.
Con l'avvento tecnologico sempre più crescente la gente credeva di essere al sicuro, ma ora come ora nessuno lo è.
La gente sta andando completamente fuori di testa, colpa della società o solo delle persone?
Io credo che la colpa sia di entrambe, lasciando stare le persone con evidenti problemi psichici che compiono cose veramente orrende, parlo di quelle persone che si suicidano perchè dopo aver passato anni a lavorare tranquillamente in un posto sicuro si ritrova senza lavoro per colpa della crisi, gente che fa di tutto per vivere tranquillamente e poi si ritrova senza niente.
E' incredibile che nel 2010 si possano trovare scuole con esposti loghi di politica e quant'altro, come quando c'era il fascismo che voleva i bambini con i propri ideali nella testa per formare degli adulti dalla loro parte.
L'Italia divisa da molto tempo ora sta accentuando il fatto, il sud contro il nord, quanto mancherà ad una vera rivoluzione, italiani contro immigrati quanto mancherà ad uno scontro?
Nessuno e dico nessuno è in grado di risanare tutto ciò. E' andato tutto perso.
Genitori che non si occupano dei figli.
Genitori che non hanno il tempo di occuparsi dei figli perchè semrpe al lavoro oltretutto facendo fatica ad arrivare a fine mese (su questo bisogna ringraziare quella bella persona che ha introdotto l'euro nel nostro paese, veramente una bella scelta)
Giovani che crescono in una realtà fatta di divertimento e droghe che arrivati alla maggiore età non sanno niente di politica e votano a caso il loro futuro alle elezioni.
Dicono che i giovani sono il futuro, pienamente d'accordo!Ma non i giovani della nostra generazione! Gente che si compra la laura, viene assunto grazie a quella e poi non sa fare il suo lavoro, medici che si fanno di coca e durante l'operazione di tolgono il cuore al posto dell'appendice.
Io non vorrei mai avere un filgio in questa realtà, come crescerebbe?
Vengono offerti solo "modelli" sbagliati per influenzare le nuove generazioni, ora come ora chi può fare una distinzione tra giusto e sbagliato?
La cultura è sottovalutata, invece credo che bisognerebbe prendere spunto da idee di grandi personaggi, che hanno capito veramente cosa rende libera una persona, il sapere. Se uno è ignorante tutto quello che si può aspettare è sottomissione o continua ricerca di aiuto da chi ne sa qualcosa di più.
Finanziare scuole private è mandare il messaggio "Se nella vita non hai il denaro non conterai niente, sarai irrilevante" ecco il messaggio dell'Italia che mette su un piedistallo il "Dio" denaro. Ai ragazzi normali, nati da genitori che si fanno il culo per mantenere la famiglia, viene inculcato questo concetto, ma io mi chiedo se i giovani sono veramente il futuro perchè nessuno si prende la briga di crescerli, di dar loro fiducia, indifferentemente dalla posizione sociale.
Mi piacerebbe tanto che i politici, avidi guerrieri di una causa persa, rispondessero a questa domanda:
Come vi sentireste voi a vivere nella società che gestite? Come vivreste senza tutte le vostre indennità e uno stipendio fuori dal normale?
E adesso vorrei chiedere Come ci si sente a vedere il pase che dovreste governare andare a pezzi per mano vostra? Come dormite la notte sapendo che siete i responsabili della crisi economica?

Concludo con una frase già detta migliaia di volte ma che ci sta sempre bene purtroppo.
I Sex Pistols negli anni 70 cantavano No Future, ma la verità è che gli andava ancora bene, questa canzone più che a quell'epoca sarebbe azzeccatissima per questa società!

Quanto è stato scritto sono i pensieri di una diciannovenne che vive nella realtà contemporanea, senza illusioni, come credete che si sentano altri milioni di giovani come me sapendo di non avere niente per il futuro, sapendo di dover vivere per lavorare e non più lavorare per vivere, di sapere che passerà più della metà della vita lavorando, vivendo nella monotonia senza nessuna prospettiva?!